Sicurezza sul lavoro: la sorveglianza sanitaria

La normativa italiana in materia di sicurezza e igiene del lavoro (con particolar riferimento al D.lgs. 81/08) prevede l’obbligo per l’azienda di sottoporre a controllo sanitario i lavoratori esposti a rischi per la salute legati alla mansione esercitata. Confartigianato Imprese Padova ti può guidare nell’adeguamento della tua impresa agli obblighi stabiliti dalla legge.

Quando è obbligatoria la sorveglianza sanitaria?

La sorveglianza sanitaria è obbligatoria:

  • nei casi espressamente previsti dalla normativa vigente
  • qualora, pur non essendo obbligatoria, sia richiesta dal lavoratore, e il medico competente la ritenga correlata ai rischi professionali.

I casi previsti dalla norma si riferiscono in particolare all’esposizione ai seguenti rischi:

  • rischi di natura chimica (sostanze, preparati chimici)
  • fisica (rumore, vibrazioni, radiazioni ottiche artificiali, campi elettromagnetici)
  • rischio biologico
  • esposizione ad agenti cancerogeni
  • rischio biologico
  • rischio ergonomico (movimentazione manuale carichi, movimenti ripetitivi, utilizzo videoterminali
  • alcool e droga.

In alcuni casi è facile definire l’esistenza dell’obbligo in quanto è legato alla semplice presenza di un agente di rischio.

Nella maggior parte dei casi, invece, l’obbligo emerge dalla valutazione della situazione di rischio e sussiste solo se il grado di esposizione è tale da richiedere, come misura di prevenzione aggiuntiva, la sorveglianza sanitaria.

Non sempre, quindi, è facile definire in maniera assoluta l’esistenza dell’obbligo, in particolare quando ci si trova di fronte a mansioni che espongono a una molteplicità di fattori di rischio ma di bassa consistenza.

In questi casi, soprattutto se la situazione è al limite, è conveniente effettuare la sorveglianza sanitaria tenendo presente che non deve essere considerata solo un obbligo e un costo, ma una forma di tutela per l’impresa.

Per semplificare l’identificazione delle attività a rischio proponiamo un’elencazione dei comparti dove è più probabile, in alcuni casi praticamente certo, esistano situazioni che comportano l’obbligo del controllo sanitario dei lavoratori esposti.

Non è però da escludere la necessità di fare le visite anche in altri comparti o in altre lavorazioni: per questo consigliamo, in caso di dubbio, di rivolgersi agli uffici di Confartigianato Imprese Padova.

Quali operatori rientrano nell’obbligo?

Il datore di lavoro deve sottoporre a sorveglianza sanitaria, qualora vi siano i presupposti, tutti i soggetti aziendali che il Testo Unico definisce come lavoratori e che svolgono la loro attività nell’ambito della sua organizzazione.

In particolare, sono soggetti all’obbligo:

  • i lavoratori, qualsiasi sia il tipo di contratto che li lega all’azienda (anche i lavoratori interinali);
  • i soci lavoratori;
  • gli associati in partecipazione;
  • i soggetti in genere beneficiari di iniziative di tirocini formativi e di orientamento (“stage aziendali”).

L’Ufficio Sicurezza di Confartigianato Imprese Padova, presso la sede provinciale di Piazza De Gasperi a Padova è a disposizione per ulteriori informazioni.

Per informazioni: Tel. 049. 8206516 – Fax 049.8206400, e-mail: [email protected]

Potrete inoltre avere una consulenza telefonica specialistica compilando la scheda che segue e consegnandola agli uffici mandamentali o inviandola direttamente tramite fax al Settore Sicurezza.

Ti serve una consulenza? Contattaci.

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Notizie ed eventi

Nessuna Impresa chiuda. Al via sei incontri nel territorio per capire come reagire al caro energia

Tutte le misure per affrontare la nuova emergenza

Energia e gas. C’è ancora tempo per richiedere il credito di imposta

Lo Sportello Energia di Confartigianato a disposizione
Nessuna impresa chiuda banner

Al via la protesta di Confartigianato Imprese Padova “Nessuna impresa chiuda”

Per fermare le bollette stellari, fai sentire la tua voce!