Aprire un’attività di servizi alla persona

Per aprire un’attività relativa ai servizi alla persona servono dei requisiti specifici ma anche passione e impegno, perché significa offrire un servizio di cura del proprio aspetto a persone di tutte le età, con bisogni differenti.

In ognuna delle prime fasi, il supporto di Confartigianato è totale grazie all’esperienza maturata e alla fitta rete di imprese con le quali già collaboriamo.

Aprire un centro estetico: i requisiti e le pratiche da ottemperare

Per avviare l’attività è necessario possedere un diploma professionale di estetista conseguito presso un istituto riconosciuto a livello statale o regionale ovvero maturare un periodo lavorativo a cui seguirà un corso regionale di formazione teorica di 300 ore;

Oltre alla qualifica è necessario:

  • L’iscrizione al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio locale
  • L’apertura di un indirizzo PEC (Posta Elettronica Certificata)
  • L’iscrizione all’albo delle Imprese Artigiane se il titolare partecipante è in possesso del requisito tecnico professionale
  • La registrazione presso l’INPS (Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale)
  • La sottoscrizione di un’assicurazione presso l’INAIL (Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro)
  • l’autorizzazione sanitaria della ASL anche per le apparecchiature elettromeccaniche
  • compilare la SCIA (Segnalazione di Inizio Attività) da presentare allo SUAP (Sportello Unico per le Attività Produttive) del proprio Comune
  • l’autorizzazione all’esposizione di un’insegna o una targa

Normativa di riferimento:
– Legge n. 1 del 4/1/90
– L.R. n. 29 del 27/11/91
– D.M. n. 206/2015 (che modifica il decreto n. 110/2011)

Leggi di più

Aprire un salone di acconciatura: i requisiti e le pratiche da ottemperare

Se la tua strada è quella dell’acconciatura, Confartigianato guida e supporta le tue idee con consulenze mirate ad affrontare tutti i passaggi necessari.

Per aprire un salone è indispensabile la qualifica conseguita a seguito di:

  • un corso regionale di qualifica e specializzazione presso un istituto accreditato;

ovvero

  • un’esperienza professionale maturata negli anni a cui seguirà un corso regionale di formazione teorica di 300 ore;

Oltre alla qualifica è necessario:

  • L’iscrizione al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio locale
  • L’apertura di un indirizzo PEC (Posta Elettronica Certificata)
  • L’iscrizione all’albo delle Imprese Artigiane se il titolare partecipante è in possesso del requisito tecnico professionale
  • l’iscrizione all’INPS (Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale)
  • l’iscrizione all’INAIL (Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro) a fini assicurativi
  • l’autorizzazione sanitaria della ASL 
  • la SCIA (Segnalazione di Inizio Attività) da presentare allo SUAP (Sportello Unico per le Attività Produttive) del proprio Comune
  • l’autorizzazione all’esposizione di un’insegna o una targa

Normativa di riferimento:
– Legge n. 174 del 17/8/05
– L.R. n. 28 del 27/10/09

Aprire un’attività di tatuaggio e piercing: i requisiti e le pratiche da ottemperare

Per esercitare l’attività di tatuaggio e piercing, è necessario:

  • Conseguire l’idoneità soggettiva con la frequenza di un corso previsto dalla Regione realizzato conformemente alle indicazioni contenute nelle “Linee guida del Ministero della Sanità per l’esecuzione di procedure di tatuaggio e piercing in condizioni di sicurezza”
  • L’iscrizione al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio locale
  • L’apertura di un indirizzo PEC (Posta Elettronica Certificata)
  • L’iscrizione all’albo delle Imprese Artigiane se il titolare partecipante è in possesso del requisito tecnico professionale
  • l’iscrizione all’INPS (Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale)
  • l’iscrizione all’INAIL (Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro) a fini assicurativi
  • l’autorizzazione sanitaria della ASL 
  • la SCIA (Segnalazione di Inizio Attività) da presentare allo SUAP (Sportello Unico per le Attività Produttive) del proprio Comune
  • l’autorizzazione all’esposizione di un’insegna o una targa

Normativa di riferimento:
– Circolare Ministero della Sanità 5.02.98
– D.G.R.V. n. 9 del 9.01.2013

Aprire un’attività di servizi alla persona: i costi

Pianificare i costi è fondamentale: bisogna mettere in conto le spese per l’avvio delle pratiche e le spese dirette, come acquistare un’attrezzatura o saldare gli stipendi dei collaboratori.

Le uscite possono essere in parte o totalmente coperte da prestiti e finanziamenti, a seconda della categoria a cui si appartiene. Imprenditrici e under 35 godono di alcune agevolazioni, così come chi è iscritto all’albo artigiano.

Non mancano occasioni di risparmio: per esempio l’opportunità di aprire in franchising, oppure di richiedere la Partita Iva a regime forfettario, se possibile.

In Confartigianato abbiamo esperienza e competenza e i nostri consulenti possono aiutarti a individuare la soluzione più adatta per la tua impresa.

Cosa Confartigianato può fare per te

Dal 1946 Confartigianato è al servizio delle piccole imprese e dei professionisti che lavorano in proprio. Forniamo informazioni e chiarimenti sulle pratiche da adempiere, diamo supporto fiscale e i nostri consulenti sono a disposizione riguardo avvio d’impresa, prestiti e finanziamenti agevolati.

Chiudi

Ti serve una consulenza? Contattaci.

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Referente categoria: Valentina Giglio

Enrico Mazzon
Nato nel 1961 a Campo S. Martino, sposato con due figlie, vive e lavora a San Giorgio in Bosco, dove è titolare di un salone di acconciatura dal 1982. E’ stato consigliere di categoria per diversi mandati, dal 2014 coordinatore del Gruppo d’acquisto dell’Unione Provinciale Artigiani “Insieme conviene”, ricopre per la prima volta l’incarico di rappresentante di categoria nel Consiglio Generale.
Ha sempre contribuito a promuovere la categoria attraverso diverse iniziative di aggiornamento formativo.

Sabrina Carraro

Mirko Destro

Notizie e approfondimenti

Artigiani in progress: speciale bellezza

Il 30 novembre il secondo webinar con Paolo Mistrorigo, hair designer e consulente di immagine

Webinar “Investi in te stesso per affrontare la crisi”

Guarda la registrazione del webinar del 9 novembre del progetto "Artigiani in progress: speciale bellezza"

Artigiani in progress: speciale bellezza

Il 9 novembre alle ore 18.00 il primo incontro online

#artigianicoraggiosi più forti di prima

Parte la nuova campagna di Confartigianato Imprese Padova

COVID Operatori benessere: modello comunicazione ai Comuni

Modulo per comunicazione ai Comuni variazione orario di lavoro