Aprire un’attività di tatuaggio e piercing: i requisiti e le pratiche da ottemperare

Per esercitare l’attività di tatuaggio e piercing, è necessario:

  • Conseguire l’idoneità soggettiva con la frequenza di un corso previsto dalla Regione realizzato conformemente alle indicazioni contenute nelle “Linee guida del Ministero della Sanità per l’esecuzione di procedure di tatuaggio e piercing in condizioni di sicurezza”
  • L’iscrizione al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio locale
  • L’apertura di un indirizzo PEC (Posta Elettronica Certificata)
  • L’iscrizione all’albo delle Imprese Artigiane se il titolare partecipante è in possesso del requisito tecnico professionale
  • l’iscrizione all’INPS (Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale)
  • l’iscrizione all’INAIL (Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro) a fini assicurativi
  • l’autorizzazione sanitaria della ASL 
  • la SCIA (Segnalazione di Inizio Attività) da presentare allo SUAP (Sportello Unico per le Attività Produttive) del proprio Comune
  • l’autorizzazione all’esposizione di un’insegna o una targa

Normativa di riferimento:
– Circolare Ministero della Sanità 5.02.98
– D.G.R.V. n. 9 del 9.01.2013

Ti serve una consulenza? Contattaci.

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Beatrice Daniele

Ennio Mazzon

Notizie e approfondimenti

CCNL dell’Acconciatura Estetica

Il 10 ottobre è stato sottoscritto l’accordo per il rinnovo.
Acconciatore

Volontariato all’O.P.S.A. per acconciatori ed estetisti

Riprendono le attività di volontariato per acconciatori ed estetisti

Nuove opportunità formative per il settore benessere

Al via i corsi di abilitazione e i corsi per la crescita personale e aziendale

Emergenza idrica

Acconciatori ed estetisti di Confartigianato riducono i consumi grazie al progetto Green Beauty

Evento – Green Fashion Lab

Il 5 luglio evento per il settore moda e benessere presso Centro San Gaetano

Green Beauty: La bellezza della sostenibilità

Scopri come diventare un salone sostenibile