Avviare un’attività tessile: cosa ti occorre

Per avviare un’attività tessile non è richiesto nessun requisito specifico, se non tanta intraprendenza per concretizzare la propria idea d’impresa. L’ambito tessile rientra nel comparto TAC (Tessile, Abbigliamento, Cuoio), che comprende anche i mestieri dei confezionisti, quelli legati alla sartoria, alla pelletteria e al settore delle calzature. Si tratta di settori storici di mercato, che nell’arco dei secoli si sono evoluti di pari passo con le scoperte chimiche (per materiali innovativi) e tecnologiche (per le macchine, che oggi arrivano a svolgere compiti anche molto complessi). È un mondo al cui interno ci sono realtà diverse: dalla piccola merceria, fino alla casa di alta moda che confeziona gli accessori dei propri abiti tramite tecniche artigianali. Ci sono i rivenditori, i grandi marchi e i laboratori di lavorazione a mano. Qualunque strada tu desideri percorrere, i consulenti di Confartigianato ti possono supportare con la loro esperienza e competenza

Come avviare un’azienda tessile: le pratiche da ottemperare e le spese da pianificare

Come aprire un’attività tessile? La risposta a questa domanda è: con la preparazione della documentazione necessaria. Le pratiche burocratiche che servono ad avviare un’azienda tessile sono:

  • l’apertura della Partita Iva e la PEC (Posta Elettronica Certificata)
  • l’iscrizione al Registro delle Imprese
  • l’iscrizione alla sezione artigiana dell’INPS (Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale)
  • la sottoscrizione di un’assicurazione a fini previdenziali presso l’INAIL (Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro).

Leggi di più


Tutte queste operazioni hanno un costo, che dev’essere messo a budget nelle spese di partenza. Oltre ai costi burocratici, occorre tenere in considerazione anche i quelli per:

  • le materie prime
  • l’acquisto dei macchinari
  • le utenze e in particolare per il consumo elettrico delle macchine e per la termoregolazione del calore che producono e quindi la messa in sicurezza degli impianti.
  • i permessi sanitari che garantiscono che l’ambiente individuato per la produzione sia a norma
  • gli stipendi dei collaboratori
  • le uscite per strutturare una campagna di promozione.

Oltre a questi aspetti vanno curati anche quelli dei rapporti con i fornitori, che sono essenziali per la buona riuscita dell’impresa e con i rivenditori. Se l’intenzione è quella di aprire un proprio punto vendita allora bisognerà provvedere anche all’arredamento, con specchi, camerini e spazi dedicati all’assortimento della merce. In tutte questa fasi, poter contare sull’assistenza di professionisti competenti e aggiornati e su una rete di imprese simili alla tua è fondamentale: in Confartigianato ti offriamo la possibilità di seguire corsi professionalizzanti e di ricevere consulenze personalizzate.

Cosa Confartigianato può fare per te

Siamo Confartigianato Imprese Padova e dal 1946 siamo al servizio degli artigiani che lavorano in proprio.  Siamo a disposizione per aiutarti nella preparazione delle pratiche, per elaborare insieme strategie personalizzate e sempre aggiornate sulle novità dei settori di mercato.

Chiudi

Ti serve una consulenza? Contattaci.

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Referente categoria: Manuela Barzan

Laura Dalla Montà
Inizia la sua esperienza professionale come apprendista in un’azienda tessile e all’età di 18 anni diviene Responsabile dell’azienda tessile della sorella. A 25 anni diventa artigiana imprenditrice nel settore tessile confezione pronto moda. Negli anni successivi si specializza nella produzione programmata e in particolare con alcune grandi firme di moda italiana che ricercano la produzione Made in Italy.
Ha frequentato molti corsi di aggiornamento professionale fuori e dentro la sua azienda oltre alla Scuola dirigenti UPA.
Ha partecipato ad eventi promozionali di settore come Maggio fashion, ORIGIN 2014 e altre sfilate di presentazione delle collezioni moda.
E’ iscritta a UPA dal 1990 ricoprendo incarichi quali consigliere e poi Presidente del mandamento di Este nonché consigliere generale e di categoria Tessile abbigliamento.

Giovanni Morando

Notizie e approfondimenti

#artigianicoraggiosi più forti di prima

Parte la nuova campagna di Confartigianato Imprese Padova

Covid – Novità per il settore moda

Possono riaprire le aziende di rilevanza strategica. Sono comprese…